USO DE COOKIES

Utilizamos cookies para mejorar nuestros servicios. Si continúa navegando, consideraremos que acepta su uso.

Discover
Formentera
Inizio Discover
Formentera
Flora e fauna

Flora e fauna

Formentera è il tesoro naturale meglio conservato del Mediterraneo, l'ultimo paradiso rimasto. Nonostante l'aumento del turismo e le sue dimensioni ridotte, la vegetazione mediterranea abbonda e la sua flora e fauna cambiano da nord a sud, da est a ovest.

È sorprendente per un visitatore scoprire che un'isola di 83 chilometri quadrati possa essere perfettamente percorsa in bicicletta e, allo stesso tempo, presenti contesti ambientali così variegati: stagni, spiagge con sistemi di dune, scogliere e costa rocciosa.

Caramazana. Imagen cedida por la Conselleria de Turisme de Formentera

La sabina, che è apparsa circa 270 milioni di anni fa, è l'albero che riflette lo spirito di Formentera. Si tratta di un albero di piccole dimensioni, a crescita lenta, che vive su terreni aridi e rocciosi. Fiorisce tra febbraio e marzo ed è una grande risorsa di legno e resina di qualità. In passato, quando all'isola non arrivavano materie prime provenienti dalla penisola, gli abitanti di Formentera utilizzavano la sabina per costruire travi, porte, serramenti e altri materiali tradizionali sfruttandone le proprietà. La sabina dà un legno molto resistente, che non marcisce, e che gli insetti non attaccano in virtù della sua resina.

Oltre alla sabina troviamo alberi tipici del Mediterraneo come il mandorlo, il carrubo, l'ulivo, la vite e il fico. Tra tutti questi l'albero che più degli altri sorprende il visitatore è forse il fico, in virtù delle sue dimensioni e della sua forma. Spesso, la pianta di fico può aggrupparsi in piccoli boschetti, che si trovano normalmente in mezzo alle campagne fungendo da oasi di riparo dal torrido soleper pecore alla ricerca di ombra.

I loro tipici ‘estalones’ (bastoncini che sostengono i rami costringendoli a crescere orizzontalmente) li rendono perfetti ripari contro il sole.

Per quanto riguarda gli arbusti, come in ogni clima tipicamente mediterraneo, i più abbondanti sono il rosmarino, il timo, il lentisco, il ginepro e il cisto biancastro.

Nelle zone più umide della piccola isola di Formentera, come ad esempio nella laguna Pudent Estany , si possono trovare giunchi, salsole e grandi distese di alga comune. Ovviamente nelle case di campagna non mancano né fichi d'india né piante di agave.

Per quanto riguarda invece la fauna, il simbolo ed icona dell'isola di Formentera è una lucertola, animale molto diffuso, la cui colorazione può variare dal verde intenso delle acque dell'isola al marrone chiaro delle spiagge. Non è il solo rettile presente, visto che nella caccia agli insetti notturni è accompagnato dal geco e dalla tarantola.

Gli animali selvatici più comuni nell'isola sono conigli, ricci e pipistrelli. Tra gli uccelli, i più abbondanti sono il passero, il cardellino e il verdello. Ci sono pochi rapaci, anche se ne possiamo trovare alcuni, come ad esempio il gheppio di giorno o la civetta di notte.

In campagna, così come nella penisola iberica, abbondano quaglie, pernici, tortore, upupe e uccelli migratori come le rondini e gli storni e, naturalmente, sul lungo litorale, ci sono un sacco di uccelli marini, tra cui il gabbiano e il cormorano. Sulle scogliere, se siamo fortunati, possiamo avvistare la berta delle Baleari, una specie endemica di Formentera, che attualmente ha una popolazione circa 3.000 coppie nidificanti.